AreAArte

dal 2009 operiamo in tutto il territorio del Triveneto per valorizzare musei, artisti, scuole d’arte e istituti affini condividendo importanti progetti per la diffusione e promozione dell´arte e della cultura.
AreAArte ha saputo costruire e realizzare con attenzione e credibilità importanti progetti raggiungendo obiettivi di prestigio.
Molti sono i riconoscimenti ricevuti in questi anni per il lavoro svolto e tra questi quello che ci ha resi più orgogliosi è la medaglia conferitaci a Roma nel 2012 dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.
La rete di istituti culturali convenzionati con la AA Card sono tra i più prestigiosi del Triveneto grazie ad un lavoro sviluppato su tre principiSinergia – Meritocrazia – Azione. Tutti siamo consapevoli che la cultura sia un giacimento al quale attingere ma trasformare questo patrimonio attraverso operazioni utili in opportunità di crescita richiede attenzione e responsabilità sociale.
Grazie alle aziende del territorio che condividono i nostri scopi e obiettivi possiamo generare valore condiviso attraverso un intervento che non è soltanto un contributo fondamentale a sostenere la nostra identità culturale, ma ne migliora e sviluppa la qualità delle relazioni umane nei servizi con il welfare culturale creando condizioni per il benessere individuale e collettivo .

Linee guida e obiettivi di AreAArte:

impiegare
l’arte e la cultura come primaria e importante risorsa di sviluppo
costruire
e stimolare la partecipazione con le aziende per il welfare culturale
finanziare
progetti culturali e filantropici con sostenibilità
sviluppare
attività e relazioni per promuovere il turismo culturale
creare
un modello di crescita replicabile in aree e territori diversi
legami
sempre più collaborativi con le aziende del Made in Italy e associazioni di categoria
dimostrare
che la cultura e l’arte offrono opportunità di lavoro e nuove idee d’impresa
tutelare
ciò che abbiamo ereditato e aumentarne il valore per lasciarlo in eredità per il futuro


  “ La cultura è l’unico bene dell’umanità, che diviso tra tutti, anziché diminuire diventa più grande”
H.G. Gadamer