Regione del Veneto, Giunta Regionale, Ufficio Stampa


DAL 31 MARZO A TRENTO IN MOSTRA LE OPERE DEL CONCORSO ‘BIENNALE GIOVANI’. DODICI LE SCUOLE VENETE PARTECIPANTI

(AVN)  Venezia, 28 marzo 2012

“I nostri giacimenti veri sono la cultura e l’arte, perciò tutto quello che si muove intorno a questi preziosi elementi fornisce, da una parte, un’innegabile valenza educativa che coinvolge in primis la scuola, ma dall’altra rappresenta una irrinunciabile opportunità di sviluppo economico, professionale e occupazionale. Con questa logica e con questa prospettiva abbiamo aderito alla prima edizione della ‘Biennale Giovani’ organizzata dalla rivista ‘AreaArte’, sulla quale vorremmo in futuro poter investire anche concrete risorse regionali”.

continua...

Lo ha detto l’assessore all’istruzione e al lavoro della Regione del Veneto, intervenendo stamane alla presentazione del Concorso “Biennale Giovani”, riservato agli allievi degli ultimi due anni degli Istituti d’arte e dei Licei artistici del Triveneto e finalizzato alla mostra “A rebours. L’arte dei giovani ripensa la Storia”, che si terrà a Trento dal prossimo 31 marzo, nei suggestivi spazi delle Gallerie di Piedicastello – Fondazione Museo Storico Trentino. Una prima edizione, insignita da un riconoscimento della Presidenza della Repubblica, caratterizzata da una partecipazione larga ed entusiastica delle scuole che ha stupito gli stessi organizzatori, “a  cui va il plauso – ha sottolineato l’assessore – per l’intuizione avuta nel promuovere questo genere di iniziativa e per l’entusiasmo profuso nel realizzarla”. Ben 1.158 gli studenti che hanno presentato le loro opere in rappresentanza di venti scuole: dodici del Veneto (vedi elenco sottostante), con 775 alunni partecipanti, cinque del Trentino Alto Adige e tre del Friuli Venezia Giulia. “Abbiamo potuto realizzare l’evento – ha spiegato Giulio Martini, editore di ‘AreaArte’ – grazie alla sponsorizzazione di alcune aziende interessate a sostenere interventi e spazi culturali e il Veneto ha dato all’iniziativa un’adesione decisamente di grande forza, fungendo da polo attrattivo per tutta l’area interessata. Dalle tante opere che abbiamo raccolto emerge uno spaccato interessantissimo, non privo di genialità, di come i giovani interpretano la storia, il passato, ma anche di come immaginano il loro futuro”.   
Un prestigioso contributo nella selezione delle opere è venuta dai rappresentanti di cinque importanti Musei delle Tre Venezie: la Fondazione Bevilacqua La Masa e la Peggy Guggenheim di Venezia, la Galleria Civica di Trento, il MART di Rovereto e il Kunst di Merano.
La mostra, con ingresso gratuito, rimarrà aperta sino al prossimo 10 giugno e tutte le informazioni sono disponibili nel sito www.biennalegiovani.it.
Da segnalare che i ricavi derivanti dalla vendita del catalogo saranno interamente destinati agli istituti scolastici partecipanti.
“Sono così convinta dell’utilità di questo genere di progetti per creare nuove occasioni di sviluppo e di lavoro – ha concluso l’assessore regionale – che inviterò a visitare la mostra tutte le aziende che in questi anni hanno collaborato con la Regione o che da essa hanno avuto sostegno nel campo dell’innovazione produttiva e strutturale, aziende che si sono interrogate su come cambiare e credo che dall’arte e dai giovani possa davvero venire in questo senso un grande aiuto”. Martini ha comunicato, infine, che ‘AreaArte’ sta già lavorando all’edizione del 2014 della Biennale, che si terrà a Trieste e avrà un carattere nazionale, prevedendo il coinvolgendo di tutti gli istituti d’arte d’Italia. L’obiettivo finale è di portarla nel 2016 a Venezia, trasformandola in un evento di livello internazionale.


Questi i dodici istituti veneti partecipanti:
-    Istituto d’Arte Polo della Val Boite di Cortina d’Ampezzo (BL)
-    Istituto Statale d’Arte “M. Fanoli” di Cittadella (PD)
-    Istituto istruzione superiore GB.Ferrari di Este (PD)
-    Istituto d’Arte “P. Selvatico” di Padova
-    Liceo Artistico “A. Modigliani” di Padova
-    Istituto Statale d’Arte “Bruno Munari” di Castelmassa (RO)
-    Liceo Artistico Statale di Treviso
-    Liceo e Istituto Statale d’Arte “Bruno Munari” di Vittorio Veneto (TV)
-    Liceo Artistico Statale “Michelangelo Guggenheim” di Venezia
-    Liceo Artistico Statale di Venezia
-    Istituto Secondario Superiore Istruzione Artistica di Verona
-    Istituto Statale d’Arte De Fabris di Nove (VI).
 

Comunicato n. 0587 – 2012   (ISTRUZIONE/LAVORO/CULTURA) – E.V.