“Una vaghissima Madonna in trono”. Francesco Vecellio e la pala per la Pieve di Sedico

La mostra è incentrata sulla Madonna con il Bambino in trono e angeli musicanti, un dipinto su tavola realizzato da Francesco Vecellio in collaborazione con il fratello Tiziano per la chiesa parrocchiale di Sedico. La pala è stata recentemente restaurata e sottoposta ad indagini diagnostiche, con il finanziamento di Save Venice, in vista dell’esposizione “Tiziano

Valerio Bellati: alchimie cromatiche

Valerio Bellati (Padova 18 marzo 1923-Vittorio Veneto 1 aprile 1996) frequentò l’Accademia di Belle Arti di Venezia, seguendo i corsi di Alberto Viani e Venanzo Crocetti. La prima stagione del suo percorso artistico fu dedicata alla scultura, avvicinandosi progressivamente alla pittura come mezzo privilegiato della propria poetica che trovò nell’espressionismo astratto la principale cifra espressiva.

RIFLESSIONI D’ACQUA, IMPRESSIONI DI ROCCIA

La grande arte torna protagonista in provincia di Belluno: da sabato 21 ottobre 2023 fino a domenica 21 gennaio 2024 il Palazzo delle Contesse di Mel (Borgo Valbelluna) è pronto a ospitare “Riflessioni d’acqua, impressioni di roccia. Tre secoli di pittura: ‘700-‘800-‘900”, un percorso espositivo che saprà condurre lo spettatore alla scoperta di artisti che da un elemento primario come l’acqua, ma anche dal suo

Gino Tonello. L’amore malato

Le opere esposte sono parte di un progetto unitario, a cui l’artista Gino Tonello si dedica da circa otto anni: un percorso di denuncia e di riflessione sulla violenza di genere attraverso una ventina di opere che, con un linguaggio personale e di forte impatto, raccontano la sofferenza e il dramma delle vittime, ma anche

Riflessioni d’acqua, impressioni di roccia

Un’esplorazione fantastica e al tempo stesso sorprendentemente concreta che, attraverso il percorso vitale e creativo dell’arte degli ultimi tre secoli, conduce lo spettatore alla scoperta di quei pittori che da un elemento primario come l’acqua, ma anche dal suo contrario – fors’anche un suo derivato -, la roccia, hanno tratto infinite e suggestive ispirazioni. L’esposizione