Giacomo Matteotti. Storia di un uomo libero

È un Matteotti a tutto tondo quello che emergerà, dal 5 aprile al 7 luglio, in Palazzo Roncale a Rovigo, dalla mostra “Giacomo Matteotti (1885 –1924). Storia di un uomo libero” promossa dal Comitato Provinciale per le Celebrazioni del Centenario della morte di Giacomo Matteotti e dalla Regione del Veneto, con il sostegno della Fondazione

“Paesaggi Metropolitani e oltre”

“Paesaggi Metropolitani e oltre”: una riflessione pittorica sulle trasformazioni delle città contemporanee e il loro impatto sulla nostra percezione del mondo attraverso la visione artistica di Morgian a cura di Sonia Strukul. La personale, patrocinata dalla Provincia di Rovigo e dal Comune di Rovigo, sarà ospitata dal 5 al 21 aprile negli spazi della Pescheria

Mostre Henri de Toulouse-Lautrec

Sarà Henri de Toulouse-Lautrec il protagonista dell’appuntamento annuale della primavera di Palazzo Roverella con l’ arte internazionale. La grande mostra del 2024 è riservata all’artista francese tra i più rappresentativi della Parigi di fine secolo e si potrà ammirare al Roverella dal 23 febbraio al 30 giugno 2024. A promuoverla è la Fondazione Cassa di

IL CONTE E IL CARDINALE I capolavori della Collezione Silvestri

Le 200 opere d’arte donate dal Cardinale Pietro de Silvestri e dal fratello nobiluomo Girolamo alle istituzioni rodigine, saranno sottoposte ad una precisa indagine scientifica affidata agli esperti della Cattedra di Storia dell’Arte Moderna dell’Università agli Studi di Verona, cattedra retta dal professor Enrico Maria Dal Pozzolo. La nuova, completa catalogazione richiederà, stando alle stime

Tracce

In occasione delle Giornate Europee del Patrimonio, l’Archivio di Stato di Rovigo organizza una mostra documentaria e una conversazione in retrospettiva con i mediani Fulvio Lorigiola e Stefano Bettarello dal titolo Tracce Dalle origini del rugby veneto agli anni d’oro del “piccolo galles” d’italia Per l’occasione, domenica 24 settembre ore 11: Conversazione in retrospettiva con

“Virgilio Milani e l’Arte del ‘900 in Polesine”

Lo scultore rodigino Virgilio Milani (1888-1977) è il protagonista dell’esposizione di Palazzo Roncale; la sua figura funge da fil rouge nell’esplorazione dell’arte del “secolo breve” nel Polesine, assieme ad altri nomi illustri come Mario Cavaglieri, Leone Minassian, Edoardo Chendi, fino ad arrivare a Paolo Gioli, che di Milani è considerato “erede” insieme al critico Giuseppe

Tina Modotti

Tina Modotti (1896/1942), dopo Robert Capa e Robert Doisneau, nel grande autunno della fotografia di Palazzo Roverella. L’appuntamento con la più leggendaria delle donne fotografe è, dal 22 settembre al 28 gennaio 2024, in una estesa monografica – più di 200 immagini insieme a filmati e documenti – curata da Riccardo Costantini con la collaborazione